Due mesi alla Festa degli Statuti, il logo la novità del 2018

Focaraccio Festa degli StatutiFossato di Vico – E’ iniziato il conto alla rovescia per la 23° edizione della Festa degli Statuti. Ancora due mesi e poi sarà l’atmosfera medievale ad inebriare l’antico borgo di Fossato di Vico, i portaioli e tutti coloro che raggiungeranno il piccolo gioiello appenninico l’11, il 12 ed il 13 maggio. I preparativi sono già in corso e le idee ed i progetti vedranno presto la luce, grazie all’impegno ed all’originalità dei portaioli animati da quel sano spirito competitivo, il vero sale della manifestazione. Non sta di certo a guardare neanche l’Associazione Medioevo Fossatano, deus ex machina dell’evento, che sta già mettendo a punto il programma nei dettagli, oltre ad introdurre dei piacevoli appuntamenti che accompagneranno questi mesi di grande attesa. La vera novità del 2018 sarà la realizzazione del logo che identificherà ufficialmente la manifestazione. Nei mesi scorsi sono stati i ragazzi della Scuola Secondaria di primo grado P. Vannucci a realizzare i disegni fra cui verrà selezionato il marchio che contraddistinguerà la festa per gli anni a venire. Una moltitudine di idee, di colori e tanto tanto impegno, hanno caratterizzato l’elaborazione dei bozzetti che mettono in luce in modo chiaro, l’amore e la passione verso la Festa degli Statuti, la festa di ogni fossatano. Soltanto uno, e la scelta non sarà affatto facile, sarà il prescelto e l’alunno vincitore sarà premiato nel giorno della presentazione del palio, quest’anno realizzato dalla Porta del Castello, alla fine di aprile. Gli altri disegni presentati verranno comunque esposti nella stessa serata, uno spazio meritato che rende merito ad ogni singolo artista in erba.

Porta del Castello festa degli StatutiLa stretta collaborazione fra associazione e scuola, un legame che si è andato consolidando nel corso degli anni, troverà il suo apice con due incontri che si terranno il 16 ed il 19 aprile. Nel primo appuntamento i membri del direttivo del Medioevo Fossatano, terranno una lezione agli alunni della scuola P. Vannucci, spiegando l’origine storica degli Statuti fossatani, fra i più antichi dell’Umbria, le peculiarità della festa ed il ruolo specifico di ogni porta. A seguire Ottavio Giombetti illustrerà la struttura del sistema difensivo del castello di Fossato nell’epoca medievale ed alcuni suggestivi aneddoti relativi a battaglie e scontri nel territorio fossatano. Il 19 aprile sarà invece la compagnia degli arcieri Castrum Fossati, a tenere una lezione teorica e pratica sull’uso dell’arco storico e tradizionale. Sabato 12 maggio in mattinata, nel secondo giorno della manifestazione, due gruppi di alunni fossatani, raggiungeranno il centro storico per visitare l’Antiquarium, il museo della civiltà contadina e per provare l’antico gioco della “cirumella”, antenato molto più povero del moderno baseball, oltre all’emozionante tiro con l’arco storico. I piccoli giocolieri si cimenteranno nei due giochi che caratterizzano la festa e respireranno a pieni polmoni l’aria allegra ed autentica del castello fossatano vestito a festa per i tre giorni più intensi dell’anno.

William Stacchiotti@civetta.tv

 

Il nostro sito usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Clicca Settings per chiarimenti sui diritti della tua privacy o per disabilitare i cookies o su Accetto per accettare le condizioni d\\\'uso, cookies policy e Privacy poilcy e chiudere questo banner. Settings | Accetto