Teatro del Sentino: stagione brillante con temi “scottanti” con tante belle sorprese

Cesare Bocci e Tiziana Foschi - Foto Gianluca SaragòSassoferrato – Stagione 2018 che brilla di qualità e d’attualità quella proposta dal Teatro del Sentino di Sassoferrato. In scena otto spettacoli con attori come Leo Gullotta, Gaia De Laurentiis, Cesare Bocci, Tiziana Foschi, Ugo Dighero, Francesco Pannofino, Emanuela Rossi e Giancarlo Fares, per citare solo nomi e volti noti. «Un programma che abbiamo voluto denso di momenti esilaranti, intensi, emozionanti – spiegano il direttore artistico Antonio Maria Luzi e l’assessore alla cultura Lorena Varani –  per soddisfare tutte le aspettative e che affronti  – sempre con leggerezza e  ironia – tematiche importanti come i rapporti di coppia, le famiglie multietniche, i pregiudizi culturali, morali, la superficialità delle relazioni interpersonali e la forza dell’amore. Perché il teatro – insistono – deve divertire ma anche essere un palcoscenico della vita reale. » 
Ad aprire la stagione il prossimo 23 novembre, “Le bal – L’Italia balla dal 1940 al 2011.” Un viaggio nel tempo con 16 attori diretti da Giancarlo Fares a passo di danza e con ritornelli che fanno parte della memoria collettiva. Canzoni di Claudio Villa, Modugno, Celentano, Gino Paoli, Gianni Morandi, Mina, Rita Pavone, Enrico Ruggeri, Rolling Stone, Pink Floyd, Franco Battiato e Gloria Gaynor. Accattivanti note da cui prendono corpo tip-tap, cha-cha-cha, tango, lento, rock and roll, twist ed altri balli ancora.
Il secondo appuntamento in cartellone, il 9 dicembre, con la commedia “ Bukurosh, mio nipote” . Protagonisti Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi che narrano una divertentissima storia contemporanea con tutte le contraddizioni e debolezze dello stare insieme.
Il 31 gennaio, al cartellone la commedia classica: “Pensaci, Giacomino”. Leo Gullotta è il protagonista centrale di questa novella di Luigi Pirandello, contenuta nella celebre raccolta “La Giara”. Nel  cast, insieme all’artista catanese, otto eccellenti attori. Regia firmata da Fabio Grossi.
La rappresentazione “Pesce d’Aprile” sarà di scena il 14 febbraio con gli artisti Cesare Bocci e Tiziana Foschi. Tratto dall’omonimo romanzo scritto da Daniela Spada e Cesare Bocci – che ne ha la regia con la supervizione di Peppino Mazzotta – e, edito da “Sperling & Kupfer”,  ha venduto in meno di un anno più di diecimila copie, Il racconto “autobiografico” di come anche una brutta malattia può diventare un atto d’amore.
L’ultimo appuntamento il 16 marzo, con una commedia esilarante “Alle 5 da me” opera del commediografo parigino Pierre Chesnot. Protagonisti dello spettacolo, la cui regia è curata da Stefano Artissunch, la coppia straordinariamente affiatata Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero. La pièce racconta i disastrosi incontri sentimentali di un uomo in cerca di stabilità affettiva e di una donna alla ricerca spasmodica di un uomo che le possa garantire una procreazione senza l’uso di provette. I tre spettacoli fuori abbonamento sono destinati ad un pubblico giovane, in particolare a bambini, ragazzi e alle famiglie. La campagna abbonamenti è già iniziata. Info:  0732/956232-217 – 377/1203522 –  www.comune.sassoferrato.an.it -area “Teatro”.
Lavinia Mochi e Véronique Angeletti@civetta.tv

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il nostro sito usa i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Clicca Settings per chiarimenti sui diritti della tua privacy o per disabilitare i cookies o su Accetto per accettare le condizioni d\\\'uso, cookies policy e Privacy poilcy e chiudere questo banner. Settings | Accetto