Nel Sud, le terre abbandonate a servizio di nuovi imprenditori

land2landTerre Pubbliche Abbandonate – Si è svolta mercoledì 23 gennaio a Bari, presso la sede dell’ANCI Puglia, la prima giornata informativa del Progetto SiBaTer dell’ANCI. Un progetto che supporta tutti i Comuni delle 8 Regioni del Mezzogiorno. Ossia Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna nel recupero e messa a valore delle terre pubbliche abbandonate.
Terreni agricoli sui quali non sia stata esercitata  l’attività agricola minima da almeno dieci anni od oggetto di rimboschimento artificiale o in cui sono insediate formazioni arbustive ed arboree, ad esclusione di quelli considerati bosco ai sensi delle norme vigenti in materia, nei quali non siano stati attuati interventi di sfollo o diradamento negli ultimi quindici anni; aree edificate ad uso industriale, artigianale, commerciale, turistico-ricettivo e le relative unita’ immobiliari che risultino in stato di abbandono da almeno quindici anni o nelle quali non risultino piu’ operative aziende o societa’ da almeno quindici anni.
Il Progetto SiBaTer è finanziato dall’Agenzia di coesione territoriale  – quella che coordina i progetti della strategia delle aree interne –  e concorre all’attuazione della “Banca della Terra”, istituita all’art.3 della legge 123/2017.
Questa banca mira a rafforzare le opportunita’ occupazionali e di reddito dei giovani, e ha individuato in via sperimentale una procedura di valorizzazione di terreni abbandonati o incolti e di beni immobili in stato di abbandono.  In pratica offre a giovani imprenditori agricoli nonché a soggetti della cooperazione e del terzo settore, l’opportunità di avviare – in regime di convenzione con gli enti proprietari – progetti di utilizzo sostenibile della terra, finalizzati fra l’altro alla creazione di nuova occupazione.
Il progetto prevede la costruzione di un portale di servizio dove tutti i Comuni interessati potranno scaricare informazioni, vademecum, linee guida, format di atti amministrativi e tutto quanto necessario per consentire la ricognizione e il censimento delle terre ed edifici pubblici che si trovano in stato di abbandono, secondo la definizione indicata dalla legge 123 citata.
Inoltre ANCI – attraverso azioni di formazione e assistenza – offrirà gratuitamente ai Comuni servizi di supporto finalizzati, oltre che al censimento della terra, alla raccolta e valutazione da parte di progetti di valorizzazione agricola o sociale, sulla base dei quali la terra verrà affidata in concessione a quanti ne facciano richiesta.
Da segnalare che nel corso della mattinata è intervenuto anche un rappresentate della Regione Puglia, che ha illustrato la normativa regionale vigente in materia di protezione dell’agricoltura da agenti fitopatologici, sottolineando – fra l’altro – l’importanza del contributo che “Banca della Terra” può dare per fronteggiare la terribile epidemia di Xylella che sta martoriando l’agricoltura pugliese e che nelle terre lasciate in stato di abbandono trova un facile veicolo di propagazione.

Fonte : News letter dell’Anci

Altre info.. 

A Biella, “Terre AbbanDonate” è un progetto dell’associazione Let Eat Bi – Il Terzo Paradiso in terra biellese che intende restituire alla loro vocazione agricola i terreni incolti o abbandonati presenti sul territorio biellese, favorendo lo scambio e il dialogo tra gli abitanti e allo stesso tempo tenta di arginare episodi di abbandono e degrado del paesaggio rurale. La cooperazione all’interno della comunità locale, lo sviluppo di una sensibilità volta al riuso piuttosto che al consumo, la cura del territorio in quanto luogo dell’identità collettiva passano anche attraverso la messa a disposizione di un terreno dimenticato.

La vision del progetto è rendere il territorio biellese luogo della sperimentazione di buone pratiche di partecipazione e condivisione, nonché di valorizzazione del paesaggio rurale.

Let Eat Bi promuove il recupero delle terre incolte mediante un’agricoltura che rispetti l’ambiente, sia naturale e non faccia uso di sostanze chimiche.

https://www.terreabbandonate.com/come-funziona/