Il nostro “fast good”: la “crescia” del ristorante Amabile, orgogliosamente De.Co

La Crescia De.Co di Frontone, ristorante Amabile
Frontone – Per metodo e caratteristiche, la “crescia” del Ristorante Amabile nel borgo medievale dominato dal Castello della Porta è dall’inizio del mese di aprile De. Co. Può vantarsi della Denominazione Comunale, registro che dal 2018 consacra la crescia frontonese.
Oltre agli ingredienti deve avere una consistenza morbida, leggermente friabile, un diametro tra i 20 e i 25 centimetri ed essere spessa tra i 3 e i 5 millimetri.
La Crescia De.Co di Frontone, ristorante Amabile
«L’aggiunta all’impasto di condimenti come strutto, uova, sale, pepe e, a volte, anche elementi dolcificanti – commenta l’enogastronomo Piergiorgio Angelini che ha seguito il disciplinario per conto del Comune – distingue le cresce dalle semplici piade fatte con farina, acqua, poco sale e fa pensare alle focacce sacrificali offerte agli dei pagani».
La Crescia De.Co di Frontone, ristorante Amabile
Cresce rituali citate nelle tavole di bronzo eugubine (sec. VII a.C.), in cerimoniali religiosi degli antichi popoli Safini o Paleoumbri gestiti dal collegio sacerdotale dei “Fratres Atiedii”, che avevano il loro più antico santuario presso Montefano o sopra Attidium vicino a Fabriano.
«Personalmente – conclude lo storico – credo che l’etimologia derivi dalla dea romana delle messi, Cerere, da cui deriva il termine cereali e quindi le cresce sono le focacce sacre a Cerere, cui venivano anche offerte ritualmente.»
Comunque, che Frontone sia il feudo della crescia è cosa risaputa. Attira oltre 20mila golosi ogni anno nei due locali storici nel borgo medievale del Castello. «Il segreto è nella cottura – aggiungono Fausto e Marta del “Ristorante Amabile” -. Niente testo, teglia, padella. Si cuoce sulla graticola, a pochi centimetri dalle braci e la legna proviene dal Monte Catria donandole quel profumo che la contraddistingue
Véronique Angeletti@Civetta.tv
La Crescia De.Co di Frontone, ristorante Amabile

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.