Valeria Venarucci, la giovane artista gualdese al salone del libro di Torino con Flamel

Flamel libro VenarucciGualdo Tadino – “Flamel e la pietra magica” è il titolo del libro illustrato frutto di un progetto didattico nato dalla collaborazione tra il Polo liceale Mazzatinti, il comune di Gubbio e la biblioteca comunale Sperelliana,  presentato nei giorni scorsi in anteprima nazionale al salone del  libro di Torino. Un orgoglio per tutti gli attori in campo che hanno realizzato questo testo per l’infanzia e sono stati protagonisti della presentazione insieme alla casa editrice Homeless book. La particolarità del libro è che si tratta di quello che tecnicamente viene definito “in book” scritto in “Comunicazione Aumentativa Alternativa” con dei simboli  all’interno dei riquadri che contengono immagini grafiche e la parola alfabetica corrispondente. Un libro inclusivo pensato per far leggere tutti. I testi sono stati scritti da Silvia Fanucci e Valeria Ruspi con chiari riferimenti al medioevo, visto che a Gubbio ogni anno si volge un festival dedicato proprio a questo periodo storico.

Venarucci Valeria FlamelSi è dichiarato colpito dalla straordinaria maturità illustrativa dei disegni che sono Venarucci Valeria scrivestati addirittura valorizzati nel lavoro di preparazione del testo, l’editore che ha speso parole di elogio verso la giovane gualdese Valeria Venarucci autrice delle opere grafiche. La ragazza di sedici anni, emozionata ma davvero felice per il successo ottenuto, ha rilasciato delle brevi dichiarazioni in occasione della presentazione del libro, spiegando che i disegni sono il frutto di un lavoro di diversi mesi concluso alla fine del secondo anno di scuola superiore.  Pensare e disegnare fumetti è da sempre stata una sua grande passione, qualcosa di innato e nell’ultimo periodo, la scoperta del mondo dei manga, ha ulteriormente accresciuto la sua vena artistica. Umilmente Valeria ha ammesso di non avere ancora un proprio stile ben definito ma che il mondo dei manga è e sarà comunque la sua fonte di ispirazione maggiore. Una ribalta meritata per una ragazza che sta bruciando le tappe, dimostrando, a soltanto sedici anni, una maturità artistica che potrebbe aprirle le porte del mondo dei fumetti che ben presto si è accorto delle sue capacità. In bocca al lupo alla piccola grande artista di Caprara che siamo certi saprà regalare altri disegni straordinari con la sua matita fatata.

William Stacchiotti@civetta.tv

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.