Non è una casa per disabili quella dei liceali

DSCN0069Fabriano – Come componente dell’OPA (Osservatorio Polis Accessibile) avevo contattato gli altri componenti per vedere se era possibile visionare la struttura e accertarsi dell’effettiva accessibilità. L’articolo sul  Resto del Carlino firmato Alessandro Di Marco, dove il capogruppo consiliare del polo  3.0, Sergio Solari, riportava tutte le criticità del polo scolastico che include i licei Classico, Artistico e Scientifico non ha fatto altro che accelerare la mia visita sopratutto in merito dove si parlava di “eccessiva presenza di barriere architettoniche”.
Ragione per cui, il 4 settembre, con Sergio Solari, mio padre e la Professoressa Francesca Calianno ho iniziato a visitare il liceo classico.
Una visita per modo di dire poiché mi sono subita dovuta fermare in presidenza. Il Preside Francesco Maria Orsolini non ha voluto farmi visionare il percorso che la ragazza disabile, che frequenterà il secondo dovrà fare per accedere all’Istituto. “Non ho le autorizzazioni – affermava. E’ una questione di responsabilità – ribadiva. Devo organizzarmi meglio – precisava”. Ma quello che mi dava fastidio era sopratutto che sembrava che io e la professoressa Francesca Calianno volessimo strumentalizzare i fatti politicamente. Mentre è l’Osservatorio Polis Accessibile che “usa” la politica. La usa per abbattere le barriere architettoniche nella città di Fabriano dove i disabili vogliono sentirsi cittadini attivi della città.
Non ci siamo fatti  scoraggiare. Pertanto la seconda tappa è stata l’artistico e la terza il liceo Scientifico dove abbiamo trovato collaborazione sia nella prof.ssa Patrizia Rossi  che nel personale del Liceo Scientifico potendo così visionare che effettivamente i due licei hanno determinate criticità.
DSCN0070 DSCN0072Punto a favore:
nei tre i licei  le entrate sono a norma per l’altezza della maniglia.Punto negativo: il piccolo scalino che, anche se piccolo, è di nuovo un ostacolo. Come lo è quello nel corridoio che permette di arrivare alla palestra.
IMG-20150908-WA0000 DSCN0071 (1)Nei bagni per disabili, le maniglie sono posizionate in modo errato e sono pure di un modello errato,(occorrerebbe infatti un maniglione posizionato orizzontalmente e uno ribaltabile). Le maniglie per il momento  sono impossibili da utilizzare per un disabile che voglia essere autonomo.
Poi il 10 settembre dopo una visita e relativa consegna del mio reso conto alla Prof.ssa Sghiatti, mi è arrivata la seguente lettera: “Carissima Federica, oggi pomeriggio ho consegnato personalmente all’ing. Cerasa e al geometra suo assistente una copia stampata del file che mi hai portato a scuola. Abbiamo parlato delle criticità che ci hai presentato e mi ha assicurato che avrebbe preso in considerazione la richiesta di modifiche nei bagni. Per quanto mi riguarda, farò passare un tempo ragionevole e poi, se non avrò alcun riscontro positivo, tornerò alla “carica”! Grazie per la collaborazione.  Cari saluti, prof. Sghiatti”.
Questo è il vero spirito di collaborazione che l’OPA cerca ma che mi duole dirlo sembra ancora una chimera.

Federica Stroppa

Corrispondente a Fabriano di www.sassoferrato.tv ma in questo caso componente Opa.

Riflessioni…

11011797_10205332143077423_6134935774524311625_nQuest’articolo è stato consegnato all’amministrazione comunale il 15 settembre. Per completare l’informazione, vorrei spiegare quanto Federica è speciale. E’ una vera stella del nuoto con tante medaglie.  E’ gentile e disponibile. Ha l’amicizia in punta di cuore. E’ un aspirante giornalista ed è anche molto brava. E noi di Civetta.tv siamo orgogliosi che lavori con noi. Pertanto, quando il progetto pillole di zolfo si è concluso con la diretta in streaming tv dell’inaugurazione del Parco Archeominerario di Cabernardi il 5 luglio scorso con la visita del Presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, avevo un velo sul cuore perché Federica non era con noi. Già me la ero immaginata affianco a Pamela Damiani, a Stefano Alessandrelli, vicino a me. Con la sua carrozzina a raccontare la giornata a modo suo. Ma non era possibile, il Parco pone troppe difficoltà. E da quel giorno, ho un occhio diverso: Io sono Federica.

Véronique Angeletti

Per approfondire..

Per conoscere meglio l’osservatorio OPA di Fabriano troverete tutte le novità su questa vicenda e tante altre informazioni.