“Attimi di vita”, domenica la presentazione del libro/cd di Brancaleoni in oratorio

12345653_10204546182128742_3782805923749145788_n

Cantiano – Lunedì 14 dicembre uscirà in tutte le librerie italiane il libro/cd “Attimi di vita” del cantascrittore umbro Paolo Brancaleoni per la Morlacchi Editore e Meltina Records. E domenica 13 in oratorio a Cantiano si terrà la presentazione. E’ una raccolta di 14 brani di musica d’autore e 14 racconti brevi, recanti lo stesso titolo delle canzoni, che vanno dal 2000 al 2014, con tre inediti di cui uno “Io non voglio”, una rivisitazione di un testo, che Stefano Benni scrisse alcuni anni fa pensando all’amico Fabrizio De Andrè. E’ corredato anche da un interessante album fotografico con istantanee che fissano gli attimi fondamentali del suo percorso artistico, come quelli con Dario Fo, Stefano Benni, Mario Luzi, Gary Snyder… maestri chew Paolo ha la fortuna di conoscere e con alcuni di loro anche di collaborare. Ci sono pure i ricordi d’infanzia, gli amici, gli amori, i festival, i colleghi musicisti con i quali Paolo ha suonato nel tempo e sono veramente tanti, tra cui Edoardo De Angelis e Alberto Fortis. Un concentrato di emozioni in musica, immagini e parole che sicuramente non lascerà indifferente chiunque abbia voglia di immergersi in questo universo poliedrico. “Emozioni dure, pure, genuine di altri tempi, filtrate dal punto di vista dell’io e della ragione; un viaggio mentale e spirituale come fosse una sorta di metafora della vita; acqua, terra, aria, elementi naturali e valori concreti che evidenziano una formazione culturale e caratteriale solida, pura e priva di surrogati” recita la quarta di copertina del libro/Cd Attimi di vita, infatti sia nei racconti brevi che nelle canzoni si riscontra un uso attento e consapevole della parola a tal punto che alcuni testi di sue canzoni sono entrati a far parte dell’Antologia dei poeti umbri contemporanei. La foto di copertina, molto suggestiva, è del fotografo eugubino Paolo Tosti; insomma una produzione realizzata interamente in Umbria, tra Gubbio, Perugia e Città di Castello, ad ulteriore dimostrazione che anche nella nostra regione si possono realizzare opere di alta qualità. Una vera e propria strenna natalizia da mettere sotto l’albero e scartare a Natale oppure regalare alle persone alle persone a cui teniamo.

 

Categorie correlate: