Attacco al Pd: imbrattati d’ingiurie i manifesti

AmCH--b__R2maUQoDDMEj_278RJJlIkFb8Cp_BH1cPbyPergola – Ingiurie. Il dialogo politico, già molto esacerbato, subisce un ulteriore innalzamento di toni nella città dei bronzi dorati e si tinge pure di giallo. Ignoti hanno imbrattato gran parte dei manifesti del Partito Democratico locale con frasi ingiuriose. Un vile gesto che il segretario del Pd, Guido Peverieri, e Graziano Ilari, consigliere comunale dell’opposizione tesserato Pd eletto nella lista civica Pergola Unita, hanno, ieri pomeriggio, denunciato presso il comando dei carabinieri di Pergola.

Una querela contro ignoti – spiegano i due esponenti politici -. La scelta di denunciare non vuole enfatizzare l’episodio e peggiorare il clima, però ricordare a tutti che il confronto in una democrazia è lasciare che gli altri espongano le proprie opinioni e gettare discredito sulle persone che cercano di fare qualcosa per lo sviluppo e Aiiu9Ue6R-mD6HaIIOqut04GCo8dpIEP0YLPfTma2-MSla guida del proprio paese non aiuta la comunità a crescere”.

Sotto la lente d’ingrandimento delle forze dell’ordine, una serie di scritte con un pennarello nero, in stampatello, a calce del manifesto dove il Pd accusa il sindaco di essere sceso in campo a difesa degli ospedali di Cagli, Fossombrone e Sassocorvaro contestando e volendo revocare la delibera regionale che salvaguarda  il Santi Carlo e Donnino e lo conferma ospedale di zona. Frasi ingiuriose che, da una prima analisi, sembrano proprio essere state scritte dalla stessa mano e demonizzano chi a nome del Pd fa politica ed “angelizzano”  il sindaco Francesco Baldelli e suo fratello Antonio capogruppo della maggioranza. Letti in sequenza, sembra che chi ha scritto sia andando in crescendo d’aggressività e compensi la mancanza di argomenti con meri insulti. Si parte con un semplice Ah9XIuCUBjcYut4AFrod7_XScdnam75Ds8PFMRpIOP70Baldelli ha ereditato da voi 25.000 euro di debiti”; che diventa “quando avete comandato voi, vi siete mangiati tutto, vergogna!”; evolve in un “avete rubato tutto bastardi” che si perfeziona con un “Baldelli onesti, i Baldelli virtuosi, voi disonesti uniti a sfasciare Pergola” con la variante “Baldelli onesti, Baldelli vi rompono il c…” e  trova il suo culmine in “Baldelli sono laureati tutte e due e vi pis… nel c.., trogloditi”. Brutti episodi che purtroppo più di tanto non stupiscono. Essendo anche il frutto di una politica esacerbata in questi ultimi anni da troppi personalismi. “Ovviamente, l’associazione Pergola Unita manifesta sincera solidarietà al Pd pergolese – commenta il suo presidente, Mattia Priori. Deprechiamo il gesto che più che altro è stupido e cerca di intaccare una pratica consolidata secondo la quale dialoghiamo con i nostri concittadini informandoli a chiare lettere con manifesti in spazi adeguati. Il che è un vanto per Ag6ycK2VWIcNuwc1RZxgguRtU2tGui1qlor1cfAgI379la nostra città poiché non succede così in tanti altri paesi. Sarebbe un peccato che per timore di azioni aggressive si ponessero limiti alla libertà d’opinione e d’informazione”.

Véronique Angeletti@riproduzione riservata