il 16 giugno, il Pd in 16 piazze per raccontare le azioni concrete del governo

Francesco Comi

 

Una giornata di mobilitazione per raccontare i risultati concreti del governo nazionale, a partire dal taglio delle tasse. Giovedì 16 giugno, anche il Partito Democratico delle Marche, come in tutta Italia, sarà in 16 piazze marchigiane per il ‘No Tasi Day’. Un appuntamento per condividere con i cittadini l’orgoglio per l’abolizione della Tasi sulla prima casa, che sedici milioni di italiani non dovranno più pagare. Così come non pagheranno Imu e Irap agricola, vedranno lo sconto sull’Irap derivante dalla cancellazione della componente costo del lavoro e non pagheranno l’Imu imbullonati. Una riduzione di tasse senza precedenti nella storia degli ultimi vent’anni.

Al di là dei soliti detrattori e dei signori del ‘no’, domani abbiamo tutti dei motivi per essere più contenti e leggeri – dice il segretario regionale del PD Marche, Francesco Comi. Basti pensare che, grazie alla detassazione voluta dal governo Renzi, dalle tasche dei cittadini marchigiani non usciranno 86.909.722,13 euro per il pagamento della Tasi sull’abitazione principale. In particolare, guardando ai capoluoghi di provincia, i cittadini del comune di Ancona risparmiano 11.708.115,6 euro, quelli di Ascoli Piceno 2.719.214,68 euro, quelli di Fermo 2.004.214,14 euro, a Macerata viene evitato un esborso di 2.146.474,98 euro, mentre a Pesaro si risparmiano 4.515.150,95 euro e ad Urbino 666.696,92 euro.

Ma non è tutto – prosegue Comi –. L’esenzione dall’Imu agricola sui terreni, infatti, comporta per le Marche una riduzione di tasse di oltre 9 milioni di euro. Nel comune di Ancona, in particolare, si risparmiano 294.487,57 euro, in quello di Ascoli Piceno 337.592,63 euro, a Fermo la riduzione del gettito ammonta a 168.403,22 euro, nel comune di Macerata a 77.439,64 euro mentre a Pesaro si pagheranno 327.966,90 euro in meno.

Ha ragione, quindi, Renzi – conclude il segretario – a dire che ciò che è stato fatto è ‘oggettivamente impressionante’. E condivido anche quando sostiene che ‘criticare è facile, ma cambiare è bello’. Ecco, domani noi saremo in piazza perché siamo per il cambiamento. Un cambiamento che, passo dopo passo, renda migliore la vita dei cittadini”.

La presenza domani del PD Marche in 16 piazze della regione, da nord a sud, (che saranno consultabili sul sito www.pdmarche.it) sarà anche l’occasione per parlare alle persone delle tante riforme attuate dal governo, come quella sui diritti civili, quella sulla pubblica amministrazione, quelle istituzionali, fino agli investimenti su scuola, cultura e ricerca.

Comunicato Stampa del Partito Democratico

 

Categorie correlate:
Un commento