La Commissione Pari Opportunità si associa alla richiesta di dimissioni per il vicepresidente del CORECOM

 

La questione affrontata nel corso dell’assemblea plenaria, presieduta da Meri Marziali. Piena condanna per le dichiarazioni relative alla vicenda della ragazza di Napoli, che si è tolta la vita per la diffusione di alcuni suoi video sui social  network

consiglio-regionale-marchePiena condanna da parte della Commissione regionale pari opportunità, riunita questa mattina in assemblea plenaria, per le dichiarazioni del vicepresidente Corecom, Francesco Capozza, sulla vicenda della ragazza di Napoli, che si è tolta la vita per la diffusione di alcuni suoi video sui social  network. “Non si può scindere il pubblico dal privato, annullando qualsiasi tipo di coerenza. Quella di Capozza è una figura istituzionale – viene sottolineato – chiamata a tutelare il rispetto della persona, in modo particolare sui social network,  e non a denigrare ed insultare chi ha già pagato un caro prezzo, con un linguaggio che non può che destare profonda indignazione”. La Commissione pari opportunità, presieduta da Meri Marziali, si associa alla richiesta di dimissioni già avanzata dal Presidente del Consiglio, Antonio Mastrovincenzo, evidenziando che dichiarazioni come quelle di Capozza vanno inevitabilmente ad alimentare “una cultura sessista, lesiva della dignità di tutte le donne, da contrastare quotidianamente attraverso tutti gli strumenti a disposizione”.

Comunicato Stampa Commissione Pari Opportunità