A Fabriano una mozione per l’istituzione del Museo della Vaporiera

Treno vicino a Bellisio SofareFabriano – Si torna a parlare di ferrovia a Fabriano. Nel momento in cui è stata dismessa la linea ferroviaria Fabriano-Pergola si è acceso un vivace dibattito fra chi vorrebbe trasformare la tratta in una lunga pista ciclabile e chi invece vorrebbe ripristinare il transito ferroviario interpretandolo in chiave di valorizzazione turistica, con l’impiego di treni a vapore e carrozze d’epoca che percorrerebbero i 32 km fra le due località trasportando i visitatori che vogliono ammirare le varie eccellenze del territorio: il sito archeologico di Sentinum, le Grotte di Frasassi, l’Abbazia di Fonte Avellana risalente alla fine del X secolo, il Museo della Miniera di Cabernardi, i Bronzi Dorati di Pergola – unico gruppo statuario al mondo in bronzo dorato di epoca romana giunto fino a noi – il Museo della Carta, il Museo dei Mestieri in Bicicletta e lo splendido Teatro Gentile a Fabriano, e molti altri luoghi di grande interesse culturale e paesaggistico, un’iniziativa che produrrebbe efficaci ricadute economiche sull’intero comprensorio.
Ora, in una mozione presentata lo scorso 17 novembre dai Consiglieri Comunali del Gruppo “Noi Assieme” del Comune di Fabriano – Lilia Malefora, Claudio Tavolini, Piero Guidarelli, Claudia Mattioli, Giancarlo Bonafoni – si auspica che oltre all’utilizzo turistico della linea ferroviaria venga istituita un’attrattiva in più: il Museo della Vaporiera che “avrebbe la caratteristica di un museo interattivo, storico e dinamico sfruttando la linea Fabriano-Pergola chiusa al traffico ferroviario dal novembre 2013, dove far ammirare la storica locomotiva a vapore” e dove sarebbero esposti materiali molto rari e antichi che “potrebbero essere oggetto di studio e ricerca”.
Leggi qui la mozione presentata: Mozione Gruppo “Noi Assieme”

Per saperne di più:

I treni non sono solo desideri…

Treno o Bici, that’s the question!

Un commento