Prorogata la mostra Mediterraneo, grande successo per il maestro Avitabile

sindaco stiratiGubbio – Uno straordinario successo di pubblico e tante visite istituzionali, hanno caratterizzato la mostra itinerante Mediterraneo del Maestro partenopeo Salvatore Attanasio Avitabile ospitata presso le prestigiose sale di Galleria Lucarelli nel centro storico di Gubbio. La rassegna pittorica sarebbe dovuta terminare il 19 agosto ma, per la gioia di appassionati del settore e semplici visitatori, verrà prorogata fino al 29 agosto. Un evento con un profilo culturale rilevante con argomentazioni che spaziano dai miti Greci fino ai temi sempre attuali dell’immigrazione e dell’inquinamento marino, un mix di proposte che rappresentano il Mediterraneo vissuto ed immaginato dal pittore. Il sindaco di Gubbio Filippo Mario Stirati ha presenziato la vernice del 4 Agosto scorso, in cui ha personalmente approfondito, con un sintetico excursus storico-artistico, le tante tematiche che l’artista ha presentato al pubblico internazionale di Gubbio.

catia e sindaco presciuttisindaco Ferracchiato avitabile50 opere selezionate appositamente per la mostra scelte fra gli oltre 80 lavori eseguiti nel corso del 2018. Un progetto espositivo itinerante che, dopo il successo eugubino, prevede altre tappe prestigiose a partire da Gualdo Tadino dal 23 Settembre al 6 Gennaio e poi ancora Roma e Civitavecchia nel 2019. La rassegna ha visto ospiti illustri che hanno dato lustro ad un progetto a cui l’autore ha dedicato tempo e ricerca frutto di un’indagine interiore profonda e di viaggi straordinari nel cuore del Mediterraneo. Come non ricordare le visite entusiaste del Sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti e della Dott.ssa Catia Monacelli Direttore del Polo Museale di Gualdo Tadino, del sindaco di Fossato di Vico Monia Ferracchiato e di altre personalità della cultura eugubina come gli assessori Augusto Ancillotti, Nello Fiorucci, ma anche diversi artisti del comprensorio, uno su tutti l’Architetto Nello Teodori che, nell’ambito di un prossimo progetto con il polo museale di Gualdo Tadino ha proposto di “musealizzare” l’opera di Avitabile.

ancillottiQuesto grande e complesso progetto espositivo, promosso dalla Casa d’Aste Babuino e dal Polo Museale di Gualdo Tadino, con il patrocinio dei quattro comuni coinvolti, ha sorpreso pubblico ed addetti ai lavori per le bellissime tematiche e soprattutto per la particolare cifra stilistica. Le centinaia di turisti, molti internazionali, che hanno visitato la mostra, ne sono la riprova e di sicuro, sono stati piacevolmente stupiti dal ritrovarsi, in pochi secondi, proiettati in un inaspettato ambiente marino proprio trovandosi nel cuore di Gubbio, città medievale dell’appennino umbro. L’artista ha pensato bene di realizzare per la tappa eugubina, non solo opere bellissime e luminose di quell’azzurro e di quel bianco che ha tanto ricercato e che solo il Mediterraneo poteva offrirgli, ma anche piccole dune di sabbia e conchiglie che sembrano sgorgare dalle mura della galleria, in una inconsueta scenografia marina, arricchita da un contributo audio dove, lo sciabordio delle onde che si stendono su bianchissime spiagge assolate, riecheggia sotto stridenti gruppi di gabbiani volteggianti, conducendo il visitatore in una dimensione idilliaca, in un percorso magico dove è possibile incontrare personaggi straordinari. Ecco quindi Venere che nasce da una grande conchiglia distesa sulla battigia, proprio davanti ai nostri occhi, mentre Alfeo cocente di passione insegue Aretusa fino ad Ortigia e poi ancora Ulisse legato all’albero maestro della sua nave mentre una sirena tra le rocce assassine, “dopo il naufragio”, abbraccia il corpo senza vita di un marinaio caduto nel suo inganno. Ma anche la storia di centinaia di persone che tra le onde del Mediterraneo hanno perso la vita nelle sempre attuali vicende di immigrazione o ancora, indietro nel tempo, il commovente ricordo dei 1000 fratelli garibaldini che navigarono colmi di patriottismo per compiere l’unità nazionale. Grandi storie e suggestioni uniche, trasversali, diverse, ma tutte accomunate da quel mare che, come un ideale filo rosso, lega vicende e personaggi, storie e leggende, amori e guerre, tragedie ed imprese. Il Mediterraneo, lo scrigno della nostra civiltà, si offre al visitatore in tutto il suo splendore grazie all’interpretazione spigliata e coinvolgente, ricca di luce, colori e suggestioni del Maestro Salvatore Attanasio Avitabile.

William Stacchiotti@civetta.tv