golosita_eugubine

Premiata al Senato la Proloco di Costacciaro

proloco Costacciaro 1 al senatoCostacciaro –  Quella del 22 luglio è stata sicuramente una giornata storica per Costacciaro e la sua comunità. La Proloco di Costacciaro è stata infatti invitata a Palazzo Madama, nella sede del Sentato della Repubblica, per ricevere l’illustre riconoscimento “Sagra di Qualità” per la storica sagra dei Bigoli e dei prodotti del Parco del Monte Cucco, in programma ogni 17 e 18 agosto. A fine giugno la Proloco di Costacciaro aveva festeggiato il 50° Anniversario della fondazione dell’Associazione e proprio nella serata organizzata per celebrare questo traguardo, il presidente Riccardo Conti aveva annunciato questa importante convocazione a Roma. La cerimonia di ieri era quella del marchio Sagra di Qualità, la certificazione istituita dall’Unpli per identificare le sagre rappresentative della storia e della tradizione, le manifestazioni che vantano un passato di legame con il territorio e che abbiano come obiettivo la promozione e creazione di sinergie con le attività economiche locali. La cerimonia, nella Sala Koch di Palazzo Madama, è stata aperta dalla relazione del presidente dell’Unpli, Antonino La Spina. “Il marchio Sagra di qualità – ha detto – è un cambio di passo per dare una connotazione ben definita agli eventi delle Pro Loco, distinguendoli dal proliferare di manifestazioni che, invece, sono prive di legame con i territori. Il disciplinare, inoltre, promuove i prodotti tipici da cui scaturisce la valorizzazione territoriale”.

Sul tema delle difficoltà economiche per adempiere alle norme sulla sicurezza introdotte negli ultimi anni è intervenuto invece il senatore Antonio De Poli che ha annunciato la presentazione di un disegno di legge a tutela delle manifestazioni temporanee. “Serve un riconoscimento delle Pro loco a livello nazionale – ha affermato De Poli – e un forte snellimento delle procedure burocratiche per realizzare le manifestazioni temporanee. Il mio obiettivo è salvaguardare l’operato delle migliaia di volontari – 600mila volontari in tutta Italia – e, allo stesso tempo, valorizzare il lavoro dei nostri amministratori locali, pur mantenendo gli standard di sicurezza si devono trovare le modalità per tutelare le manifestazioni. Ecco perché oggi Palazzo Madama ha deciso di aprire le porte alle Pro Loco, a voi che siete custodi dei nostri territori, dei nostri prodotti tipici, del patrimonio artistico, ambientale e culturale della nostra bellissima Italia”. All’incontro sono intervenuti anche Gilbero Arru (giornalista enogastronomico) e Pietro Roberto Montone (presidente vicario Federazione Italiana Cuochi). Nel finale ha fatto il suo ingresso anche il Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che ha sottolineato l’importanza dell’operato delle Pro Loco a vantaggio dei singoli territori. “Abbiamo un’Italia straordinaria ricca di prodotti e ogni regione ha la sua peculiarità. Le Proloco rappresentano davvero il territorio, il tessuto sociale e valoriale. Oggi ci troviamo qui per un grande avvenimento, grazie per quello che fate ogni giorno perché rappresentate quell’Italia che si presenta al mondo. La giornata si è conclusa con una visita guidata nelle stanze di Palazzo Madama e dell’Aula del Senato.

proloco Costacciaro al senatoÈ stata una giornata meravigliosa, per me, per la proloco e spero per tutto il nostro paese – ha detto Riccardo Conti, presidente della Pro Costacciaro una data che segna la storia della nostra Associazione. Durante la consegna della targa, ho voluto ringraziare tutte quelle persone che dedicano il proprio tempo libero a questa realtà associativa perché è anche grazie a loro se riusiamo ad ottenere questi risultati. Costacciaro conta poco più di mille abitanti ma almeno una volta nella vita ognuno di noi ha fatto parte dello staff della Sagra dei Bigoli.  La sagra è un evento su cui abbiamo e vogliamo continuare ad investire molto, perché pensiamo possa essere un evento in grado di farci conoscere all’esterno e di attrarre nuovi turisti. È straordinario come con un piatto così semplice e povero come i Bigoli, l’Associazione sia riuscita negli anni a creare un evento che conta più di 1500 presenze nei due giorni. Nel 2016 è stata riconosciuta come Sagra dell’Umbria e i bigoli sono entrati nell’elenco dei prodotti tipici regionali. Abbiamo bandito quasi totalmente la plastica sostituendola con piatti e posati in materiale biodegradabile, nella scorsa edizione abbiamo inoltre acquistato un albero su Treedom per compensare le emissioni e piano piano stiamo sostituendo le lampade con i led. Nel 2018 abbiamo voluto provare a richiedere questo prestigioso marchio, perché credevamo e crediamo tutt’ora nella Sagra, nella qualità dei prodotti, nei nostri volontari e nell’organizzazione generale. Oggi, essere tra le 21 sagre che hanno ricevuto il marchio ed essere considerati una delle eccellenze italiane certificate è un’emozione immensa che ancora non riesco a descrivere. Ieri mattina, vedere scritta la nostra Sagra e il nostro paese su tutti i principali quotidiani nazionale è stato semplicemente bellissimo. Si tratta di un premio che senza dubbio vogliamo condividere con tutti quelli che la maggior parte delle volte non si vedono. Il lavoro delle Proloco, come è stato ricordato è silenzioso e invisibile, ma fondamentale e spesso indispensabile. In questa esperienza da Presidente ho imparato a dire grazie più spesso, perché nulla è scontato. Non smetterò mai di ringraziare le cuoche e i cuochi delle nostre feste, le bambine e le ragazze che portano i sorrisi in tavola che vi assicuro sono spontanei e sentiti, grazie ai cassieri e ai bartisti, a chi si offre per qualsiasi ruolo, grazie a chi ci sostiene anche se lontano e grazie anche a chi condivide sui social i nostri eventi, perché a volte per dimostrare il proprio sostegno basta semplicemente questo. Sono orgoglioso di questa associazione, di questo Consiglio e degli importanti successi che stiamo registrando in questi mesi. Fare squadra porta sempre a dei risultati. Colgo l’occasione per ringraziare l’UNPLI regionale e nazionale per questa meravigliosa esperienza, per fare i complimenti alle altre due sagre umbre premiate (La sagra della Porchetta e dei Fagioli con le Cotiche di Monte Santa Maria Tiberina e la sagra della Fojata e della Attorta di Sellano) e per invitarvi tutti il prossimo 17 e 18 agosto a Costacciaro, nel cuore del Parco del Monte Cucco. Sarà una serata gustosa e divertente in cui potremmo festeggiare tutti insieme questo simbolo di Qualità.