golosita_eugubine

Turismo delle radici : 14 ragazzi del Canada e dell’Argentina a Fermo

educational_tour_2019

Fermo – È iniziato da Fermo l’Educational Tour  dedicato ai giovani discendenti dei marchigiani all’estero in questi giorni in Regione per frequentare un corso di lingua italiana abbinato a lezioni di conoscenza della cultura e del territorio marchigiano.

L’Educational organizzato dalla Regione Marche quest’anno fa base a Fermo (ogni anno infatti è prevista un provincia diversa per ospitare i ragazzi) dopo l’esperienza di Recanati dello scorso anno, ed ospita dal 23 settembre 14 ragazzi provenienti dal Canada e dall’Argentina dove è presente la più grande comunità marchigiana al mondo rappresentata dalle due Federazioni, Femacel e Federmarche. Il progetto destinato ai giovani discendenti di marchigiani che vivono all’estero ha l’obiettivo di far riscoprire le radici marchigiane delle loro famiglie.

“L’Educational Tour rappresenta una grande opportunità per l’intera comunità marchigiana – commenta l’assessore regionale all’Emigrazione, Moreno Pieroni – per rinsaldare i legami e le radici tra le Marche e le nostre comunità all’estero e, al contempo, formare una nuova classe dirigente nelle associazioni e federazioni al fine di favorire un ricambio soprattutto in quelle realtà dove l’emigrazione è ormai giunta alla quinta generazione. Un’iniziativa – aggiunge – che ha quindi molteplici obiettivi e non ultimo la promozione della nostra regione: i ragazzi, infatti, una volta tornati a casa saranno i primi ambasciatori e promotori delle Marche grazie anche al supporto delle loro associazioni, favorendo così la crescita del progetto legato al Turismo di ritorno, progetto a cui anche i nostri tour operator hanno aderito attraverso la creazione di pacchetti specifici dedicati alle comunità marchigiane all’estero”.

Stimolare le giovani generazioni di marchigiani all’estero ed avvicinarle ai vari settori di promozione regionale attraverso la conoscenza della regione, delle sue potenzialità turistiche, economiche e produttive, anche attraverso le visite alla scoperta di tutte le province marchigiane. Meta d’obbligo la visita al Museo Regionale dell’Emigrazione Marchigiana ospitato a Villa Colloredo Mels a Recanati, un museo realizzato dalla Regione Marche fortemente interattivo ed emozionante grazie alle centinaia di testimonianze conservate, dagli oggetti, alle lettere ai filmati. I ragazzi inoltre proprio grazie alla tecnologia presente nel museo, potranno fare ricerche in tempo reale dei loro antenati che sono partiti tanti anni fa, grazie ai motori di ricerca a disposizione dei visitatori. Con l’apprendimento della lingua d’origine si vuole coinvolgere i giovani nella diffusione della lingua italiana e creare un legame sempre più forte con la terra d’origine. I ragazzi nel corso della giornata alterneranno lezioni di italiano a lezioni riguardanti la cultura e l’economia marchigiana, ed incontreranno anche le comunità locali e i ragazzi marchigiani loro coetanei.

Il progetto prevede anche una strategia di comunicazione digitale, grazie ai social network e ai blog: durante il soggiorno – che terminerà alla fine della prossima settimana – i partecipanti promuoveranno e condivideranno i luoghi visitati e racconteranno le loro esperienze attraverso i social come dei veri blogger e influencer. Avranno a disposizione un kit multimediale formato da foto, filmati promozionali della regione ed altri materiali digitali.

Fonte: Comune di Fermo e Regione Marche

Categorie correlate: