La generosità degli Umbri di Bruxelles donatori per il centro Covid-10 di Pantalla a Todi

22umbribruxellesSu richiesta del Servizio 118 cooperante con il Centro Covid-19 di Pantalla (a Todi), il Comitato Inter Paesi Belgio-Lussemburgo/Italia-Malta-San Marino ha promosso una raccolta fondi per l’approvvigionamento di materiali diagnostici e sanitari.

L’iniziativa  ha avuto successo e nel breve spazio di due settimane sono stati raccolti oltre quattromila euro. L’Associazione degli Umbri a Bruxelles è stata donatore generosa.

“Quattro mesi fa, all’inizio della crisi, ci siamo chiesti cosa fare per portare un aiuto concreto nei nostri territori d’origine – spiega Carlo Pagliacci, presidente dell’Associazione, che ha aderito all’iniziativa del Rotary -. Gli iscritti all’associazione sono tutti umbri che, in larga misura, prestano servizio a Bruxelles nelle istituzioni dell’Unione europea. Le restrizioni imposte anche in Belgio, non ci hanno consentito di organizzare un evento sociale per la raccolta fondi, come avvenuto in precedenza, ad esempio per i fondi a favore della ricostruzione nel paesino di Campi, colpito dal terremoto del 2016”.
Questa operazione comune ha permesso l’acquisto di 150 dispositivi completi di protezione (camici, copriscarpe, ecc.) e di due pulsiosimetri per il personale del Servizio 118. Il materiale sanitario è stato consegnato ai responsabili del Servizio 118 dalla vice-presidente dell’Associazione Umbri Bruxelles, Cesidia Ramaccioni, e da Giovanni Antonelli del Rotary Club di Todi per il CIP BeLux/It.

Vanta oltre 20 anni d’attività. Oltre a rappresentare un punto di contatto tra corregionali espatriati a Bruxelles, l’AUB promuove il territorio e la cultura umbra presso le istituzioni europee, nella capitale belga. Si è sempre caratterizzata per l’attivismo, l’indipendenza e l’autonomia.
La comunità umbro-brussellese è stata molto attiva anche in occasione di importanti iniziative di promozione, quali la candidatura congiunta di Perugia-Assisi a Capitale europea della Cultura, nonché nel processo di candidatura di Perugia a capitale europea dei giovani, in collaborazione con la Rappresentanza della Regione Umbria a Bruxelles.

I Comitati Inter-Paesi (www.rotary-icc.org ) operano nel quadro delle attività del Rotary International. È estremamente simbolico ricordare che il primo CIP Francia/Germania fu fondato a Strasburgo nel 1954, per marcare una nuova amicizia tra i due Paesi. A riprova del successo dell’iniziativa esistono attualmente più di 200 CIP nel mondo, 16 in Belgio e 35 in Italia.

La ragione di essere del CIP Belgio-Lussemburgo/Italia-Malta-San Marino è quella di rafforzare i legami di amicizia tra i cinque paesi, favorire incontri professionali, sostenere azioni per i giovani, mettere in opera azioni umanitarie, culturali e sociali comuni, promuovere progetti a favore della pace e del dialogo, al fine di contribuire alla comprensione tra i popoli e alla costruzione della pace. Obiettivi sempre più attuali.

Si ricordano due recenti iniziative significative. Incontro tra i rappresentanti delle diverse sensibilità religiose sul tema “Quale Dialogo per la fraternità umana universale” a Roma il 18 febbraio 2020. La missione “B-Life”, laboratorio mobile dotato di tecnologie spaziali, attiva contro Covid-19 dal 12 giugno 2020, promossa dal CIP BeLux/It. Il laboratorio, installato nell’hangar Campo di Marte della compagnia aerospaziale Altec a Torino, consentirà ad un team di 12 medici e biologi molecolari di effettuare, per due mesi e con esiti immediati, più di 20.000 test sierologici sui lavoratori dei servizi pubblici essenziali. La missione è frutto della collaborazione tra ESA-Agenzia Spaziale Europea e Regione Piemonte, con il contributo dell’Università di Louvain e del Governo Lussemburghese,

Fonte Aise

Categorie correlate: