E’ morto monsignor Peri, figura eminente della diocesi assisana nativo di Fossato di Vico

Foto monsignor Peri 2-2Fossato di Vico – E’ venuto a mancare questa mattina ad Assisi monsignor Vittorio Peri figura eminente della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino, nato a Fossato di Vico nella frazione di Purello il 4 settembre del 1932. Presbitero, giurista e giornalista, è stato un uomo dalla cultura straordinaria e dalla fede profonda che ha ricoperto incarichi prestigiosi all’interno della diocesi e non solo. Dopo gli studi ginnasiali presso il seminario vescovile di Nocera Umbra e la formazione teologica al Pontificio Seminario Regionale Umbro “Pio XI” di Assisi , il 29 giugno 1955 è stato ordinato sacerdote nella Chiesa Collegiata di San Pietro in Sassoferrato (AN) da mons. Giuseppe Pronti. Dall’anno accademico 1971 – 1972, è stato docente ordinario di Diritto Canonico presso l’Istituto Teologico di Assisi, incarico ricoperto fino all’anno accademico 2006 – 2007. E’ stato inoltre Preside dello stesso Istituto per due mandati 1999 – 2000 e 2004 – 2005. Nel corso degli anni ha ricoperto incarichi di livello nazionale e regionale. Consulente ecclesiastico della Sezione regionale dell’Unione cattolica stampa italiana (Ucsi), dal 1984 al 1996, Consulente ecclesiastico nazionale del Centro Sportivo Italiano (CSI), dal 1995 al 2005, Priore del Capitolo Chiesa Cattedrale di San Rufino, dal 2000 al 2006. Giudice del Tribunale ecclesiastico regionale umbro, vicario giudiziale e vicario episcopale per la cultura della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino. Era tutt’ora direttore del mensile diocesano Chiesa Insieme di cui ha sempre continuato a coordinare l’attività, oltre a scrivere il suo editoriale ‘Parabole moderne’ per lo stesso bollettino e per altre testate locali. Brillante e notevole la sua produzione letteraria con una serie di pubblicazioni di vario genere, dal libro ’Assisi ‘93, Fotocronaca di una speranza’ a ‘San Ludovico da Casoria’, da ‘Uomini e Pietre’ a ‘Rita da Cascia’, da ‘Alla fine l’amore, domande e risposte sull’Aldilà’ a ‘Pensieri sparsi verso l’Oltre’. L’ultimo testo risale al 2019: “Tutto è preghiera… se si vuole”. In questo libro l’autore di origine fossatana invitava a riflettere sul significato profondo del “vivere”, a chiedersi perché e per chi si vive, domande piene di senso che impediscono di rimanere impantanati in mezzo alla routine quotidiana, permettendo agli uomini di condurre una vita illuminata dalla fede. I funerali si svolgeranno giovedì 26 agosto alle ore 10 presso la cattedrale di San Rufino in Assisi e la salma sarà tumulata nel cimitero di Fossato di Vico.

William Stacchiotti