Storia di Chef … lo zampino dell’Osteria La Gatta di Lunano sullo Spignolo

Lunano – Travolgente, Fabrizio Vaghi ha trasportato all’Osteria La Gatta, antico casolare in pietra splendidamente ristrutturato a Lunano nell’alta valle del Foglia, la sua sensibilità d’artista (disegna, dipinge, tatua e scolpisce) ed ovviamente la sua maestria da chef. Formato all’alberghiero Americo Vespucci di Milano, dal ’92 si è innamorato del Montefeltro di cui ha carpito segreti e sapori che incrocia in cucina. Punta sugli accostamenti, osa colori, sfrutta i profumi e predilige prodotti tipici che rivisita in chiave moderna a volte per ingentilirli, a volte per esasperarli. La sua ricetta è semplice ma vincente: «Lo spignolo o prugnolo ha un sapore forte – commenta – che non a caso è paragonato al tartufo. Pertanto opto per uova a occhi di bue o una frittata realizzata con 150 gr di spignoli freschi leggermente saltati in padella con burro». (Osteria La Gatta, località Brugneto, Lunano (Ps), 072270117)

Lo Chef Fabrizio Vaghi dell'Osteria La Gatta di Lunano e la frittata con gli Spign

Lo Chef Fabrizio Vaghi dell’Osteria La Gatta di Lunano e la frittata con gli Spign

Osteria La Gatta - Funghi spignoli con uova ad occhio di bue

Categorie correlate: