Agriturismo “Val di Castro” : non ci sono ricette speciali ma cibi speciali frutto di una filiera chiusa

10600_abbazia-di-valdicastroSorge in un paesaggio da fiaba, la cooperativa Val di Castro.

Nelle alte terre del Parco della Gola della Rossa e di Frasassi che corrono dal versante settentrionale del Monte San Vicino fino a Poggio San Romualdo di Fabriano.

Lì la famiglia Zenobi, dal 1988, alleva bovini, pecore e suini che, pascolando allo stato brado in prati incontaminati ad oltre mille metri slm, traggono benessere, il che spiega le speciali caratteristiche nutraceutiche e sensoriali delle loro carni e del latte.

E’ un luogo affascinante. Un Eremo fondato da San Romualdo nel 1005 sul quale, nel XII secolo, nacque un’Abbazia che, tenaci, Fausto il padre e Filippo il figlio, sono riusciti a salvare.

Circondata da faggeti d’alto fusto, da un secolare castagneto, nel suo agriturismo la cooperativa propone una cucina tipica, tradizionale, di grande bontà e di alta qualità. Non ci sono ricette speciali ma cibi speciali frutto di una filiera chiusa.

La cooperativa trasforma le carni nella sua macelleria e il latte nel suo caseificio. Il formaggio stagiona fino a 24 mesi in grotte. Tutto è in vendita nell’emporio, anche il miele.

Véronique Angeletti @civetta.tv

Aperto dal giovedì alla domenica a pranzo e cena.

Consigliabile la prenotazione.

Azienda Agricola Val di Castro, fraz. Poggio San Romualdo 31, Fabriano (AN)

Tel. 073274017.