Raddoppio Orte-Falconara, intervengono i sindaci di Gualdo, Fossato, Nocera e Valtopina

Stazione Fs Fossato di VicoGualdo Tadino – I Sindaci di Gualdo Tadino, Nocera Umbra, Valtopina e Fossato di Vico intervengono sulla ferrovia Orte-Falconara dopo l’approvazione del Recovery Plan. Dopo l’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del Recovery Plan, insieme i sindaci di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, di Nocera Umbra, Giovanni Bontempi, di Valtopina, Lodovico Baldini, di Fossato di Vico, Monia Ferracchiato, sono intervenuti sul potenziamento della ferrovia Orte-Falconara.

“Il Consiglio dei Ministri all’interno del Recovery Plan approvato nella serata di ieri ha individuato formalmente l’elenco delle priorità per quanto riguarda lo sblocco delle infrastrutture pubbliche da cantierare e realizzare perché considerate strategiche per il Paese.
Fra tali opere figura giustamente ed inequivocabilmente il raddoppio ed il relativo completamento dopo decenni di attesa della tratta ferroviaria ORTE–FALCONARA che diventerà una linea veloce a servizio di cittadini ed imprese e nodo strategico nel collegamento per persone e merci. Nell’esprimere soddisfazione per l’inserimento nel piano nazionale che verrà portato alla partecipazione dei portatori di interesse e del parlamento nazionale prima ed europeo poi, di un’opera strategica per l’intero territorio regionale e nazionale, auspichiamo la nomina del Commissario sul modello “Genova” nel più breve tempo possibile ed allo stesso tempo ribadiamo con forza la necessità di avviare la fase di gara per l’affidamento dei lavori rispetto al tracciato esistente ormai da tempo individuato e per il quale tutte le municipalità interessate si erano espresse già da tempo in modo favorevole.
Chi oggi continua strumentalmente a riproporre ipotesi di variante rispetto al tracciato esistente ed immediatamente cantierabile, rischia seriamente di compromettere per sempre la realizzazione di un’opera che l’Umbria aspetta ormai da troppo tempo e che bisogna portare a compimento senza se e senza ma, così come è stata pensata e progettata.
Se vogliamo spendere presto e bene ed in maniera produttiva le ingenti risorse che arriveranno dall’Europa, dobbiamo farlo anche in Umbria in maniera seria, veloce, ascoltando le istanze del territorio, perdere un’occasione come quella che abbiamo di fronte per inseguire una fantomatica quanto cervellotica variante di cui da troppo tempo si parla, tutta da progettare con costi di gran lunga superiori e tempi non compatibili con le esigenze dei cittadini e delle imprese umbre, significherebbe creare un danno irreparabile all’Umbria ed al paese, che vedrebbero archiviata per sempre un’opportunità di sviluppo che tanti territori aspettano ormai da decenni, proprio nel momento in cui invece servirebbe correre e di gran lena verso la realizzazione del raddoppio”.

I Sindaci:
Massimiliano Presciutti – Gualdo Tadino
Giovanni Bontempi – Nocera Umbra
Lodovico Baldini – Valtopina
Monia Ferracchiato – Fossato di Vico

Aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.